Inter, scende in campo la diplomazia

Ore convulse in casa Inter dopo la decisione dell’ATS di Milano di bloccare ogni attività sino al 21 di marzo e contestualmente di obbligare la Lega di Serie A allo spostamento della gara contro il Sassuolo. La diplomazia nerazzurra sarà al lavoro nelle prossime ore per far rispettare alle Federazioni coinvolte il divieto di espatrio imposto dall’ente sanitario milanese per contenere la possibile portata del contagio, anche se non sarà semplice venire a capo della situazione. Se in molti casi la “controparte” non ha opposto nessun genere di resistenza, come per esempio accaduto con la Danimarca per Eriksen che ha già provveduto a convocare un sostituto, in altre circostanze servirà riuscire ad arrivare ad un compromesso. Il caso più eclatante è quello legato alla Federazione Croata che ha già manifestato la ferra volontà di fare quanto possibile per poter contare sulle qualità di Brozovic e Perisic.
Un lavoro diplomatico che spetterà alla dirigenza, i cui componenti ad eccezione di Beppe Marotta si sono nel frattempo tutti negativizzati dopo il contagio di qualche settimana fa. In attesa della sosta e di buone notizie dall’infermeria.

Esta entrada fue publicada en Sin clasificar y etiquetada . Guarda el enlace permanente.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *