Inter, Lazaro torna ma non per restare: si cerca un nuovo acquirente

Valentino Lazaro non verrà riscattato dal Borussia Mönchengladbach. A fine stagione il club tedesco che gode del diritto di riscatto fissato a 13,8 milioni di euro sul prestito accordato con l’Inter, rispedirà l’esterno ad Appiano Gentile, dove non dovrebbe restare a lungo. Ad Antonio Conte piace poco e nel caso in cui questa opinione venisse confermata, Marotta dovrà cercare una nuova squadra per l’esterno. Possibilmente per una cessione a titolo definitivo, sottolinea L’Interista.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Fiorentina, rifiutata offerta per il gioiellino americano Busio. Anche Parma e Sassuolo interessate

Tra i giovani più promettenti dell’MLS c’è certamente il classe 2002 Gianluca Busio, centrocampista di Kansas City che già da anni gioca titolare nel suo club. Il giovane centrocampista, come riporta mlssoccer.com, sarebbe finito nel mirino di squadre italiane, con la Fiorentina che lo scorso inverno aveva offerto quattro milioni per acquistarlo. Sul giovane italo-americano anche Parma e Sassuolo avrebbero messo gli occhi, sfruttando anche il passaporto comunitario del giovane, che andrà in scadenza nel 2022.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Le pagelle di Chiesa: il migliore del match e della stagione. Mezzo gol di Ronaldo è suo

Federico Chiesa migliore in campo di Juventus-Napoli 2-1. Non una novità, per l’attaccante ex Fiorentina, tra le poche note liete di una stagione non particolarmente felice per i bianconeri. Voto 7 sulle pagine de La Gazzetta dello Sport: “Mezzo gol di Ronaldo è suo. Il migliore del match. E della stagione”. Così anche il Corriere dello Sport: “Un diavolo, che però qualcosa sbaglia sotto porta”. Si sale a 7,5 per Tuttosport: “Primo tempo sontuoso, meno sul pezzo nella ripresa”.

TMW: 7,5
La Gazzetta dello Sport: 7
Corriere dello Sport: 7
Tuttosport: 7,5
Corriere della Sera: 7
TuttoJuve: 7

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario

Europei, il Cts gela la FIGC: «Impossibile confermare ora la presenza dei tifosi». La posizione UEFA

«Non è possibile», ad oggi, confermare che gli incontri degli Europei di calcio previsti in Italia tra giugno e luglio si svolgeranno con la presenza del pubblico. È quanto è stato messo in evidenza nel verbale emesso nelle ultime ore da parte degli esperti del Cts. In pratica, secondo il Comitato tecnico scientifico del governo, non è ancora possibile dare il via libera definitivo alla presenza di pubblico all’Olimpico di Roma per i quattro incontri dell’Europeo, pur sottolineando la «disponibilità» a rivedere la questione nelle prossime settimane «alla luce dell’evoluzione del quadro epidemiologico e dell’andamento della campagna di vaccinazione in corso in Italia».

Doccia gelata – Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, aveva ricevuto nella giornata di martedì una lettera del Ministro della Salute, Roberto Speranza, con il suo assenso all’apertura parziale degli stadi, condizionato però al via libera del Cts. Nella richiesta di autorizzazione ad organizzare le partite previste in Italia la FIGC ricordava come la Uefa avesse «ufficialmente richiesto alle federazioni di confermare entro il 7 aprile l’impegno ad ospitare l’evento», ponendo come «condizione necessaria» per l’assegnazione delle partite «la presenza di una percentuale di spettatori». Conferma che però, appunto, non è arrivata dal Comitato. «Pur manifestando apprezzamento per lo sforzo prodotto dalla Uefa – hanno scritto gli esperti – e «tenuto conto dell’attuale situazione epidemiologica, dell’intensità della circolazione virale, dell’occupazione delle strutture sanitarie e della limitata possibilità di prevedere il livello che tali indicatori avranno nella seconda metà di giugno, non è possibile rendere un compiuto parere entro la richiesta data del 7 aprile 2021».

Come si comporta la UEFA? Nelle prossime ore la UEFA dovrebbe fornire delucidazioni sulle risposte delle 12 città alla richiesta di una percentuale minima del 25 per cento di capienza per ospitare le partite. Le porte rimarranno aperte probabilmente per tutti (solo la federazione irlandese ha detto che Dublino non può offrire certezze). Sarà dato un tempo per il progetto definitivo (o l’esecutivo del 19 o a fine aprile) rielaborato per l’emergenza Covid.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Corsa Champions aperta: quattro squadre in quattro punti. Calendari a confronto

Chi si qualificherà alla prossima Champions League? Di seguito i calendari a confronto delle prime sette squadre in classifica della Serie A 2020/21. I 15 punti di vantaggio sul quinto posto rendono l’Inter di Conte praticamente certa della partecipazione, anche se non ancora dal punto di vista aritmetico. Dietro, scala posizioni la Juventus che si porta al terzo posto: in questo momento è fuori il Napoli, che soprattuto nel finale ha (almeno sulla carta) il calendario più semplice rispetto a chi la precede. Per la Lazio molto dipenderà dal recupero col Torino, più attardata in questo momento la Roma. Di seguito la classifica e il calendario.

Classifica
Inter 71 punti (29 gare)
Milan 60 punti (29 gare)
Juventus 59 punti (29 gare)
Atalanta 58 punti (29 gare)
Napoli 56 punti (29 gare)
Lazio 52 punti (28 gare)
Roma 50 punti (29 gare)

Recupero 24esima giornata
Lazio-Torino (data da decidere)

11 aprile – 30esima giornata
Inter-Cagliari
Parma-Milan
Juventus-Genoa
Roma-Bologna
Sampdoria-Napoli
Hellas Verona-Lazio
Fiorentina-Atalanta

18 aprile – 31esima giornata
Napoli-Inter
Milan-Genoa
Atalanta-Juventus
Torino-Roma
Lazio-Benevento

21 aprile – 32esima giornata
Spezia-Inter
Milan-Sassuolo
Juventus-Parma
Roma-Atalanta
Napoli-Lazio

25 aprile – 33esima giornata
Inter-Hellas Verona
Lazio-Milan
Fiorentina-Juventus
Cagliari-Roma
Torino-Napoli
Atalanta-Bologna

2 maggio – 34esima giornata
Crotone-Inter
Milan-Benevento
Udinese-Juventus
Sampdoria-Roma
Napoli-Cagliari
Lazio-Genoa
Sassuolo-Atalanta

9 maggio – 35esima giornata
Inter-Sampdoria
Juventus-Milan
Roma-Crotone
Spezia-Napoli
Fiorentina-Lazio
Parma-Atalanta

12 maggio – 36esima giornata
Inter-Roma
Torino-Milan
Sassuolo-Juventus
Napoli-Udinese
Lazio-Parma
Atalanta-Bologna

16 maggio – 37esima giornata
Juventus-Inter
Milan-Cagliari
Roma-Lazio
Fiorentina-Napoli
Genoa-Atalanta

23 maggio – 38esima giornata
Inter-Udinese
Atalanta-Milan
Bologna-Juventus
Spezia-Roma
Napoli-Hellas Verona
Sassuolo-Lazio

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario

Milan, si ricompone la mediana titolare: Kessie e Bennacer pronti a guidare l’ultimo sprint

Si è da poco conclusa la pausa per gli impegni delle nazionali e il Milan è pronto a ripatire. Mancano dieci partite da qui alla fine della stagione e i rossoneri sono in piena corsa Champions League. Stefano Pioli solo ieri ha potuto riabbracciare tutti i giocatori impegnati con le rispettive rappresentative e ha cominciato a studiare seriamente l’avversario. Domani alle 12.30 il Milan ospiterà a San Siro la Sampdoria, e in mezzo al campo, molto probabilmente, si rivedrà la coppia Kessie-Bennacer, i titolari del centrocampo che hanno giocato insieme davvero poche volte. Soprattutto a causa dei problemi fisici che hanno costretto l’algerino a rimanere fermo per infortunio diversi mesi.

Solo dodici match in stagione (e due assist) per il centrocampista rossonero, che nelle prime otto giornate di campionato era stato sempre utilizzato dal tecnico e il Milan non aveva mai perso. Poi da fine novembre in poi è cominciato il calvario a causa di infortuni muscolari, di una lesione al bicipite femorale che in totale gli ha fatto saltare 16 partite (compreso la ricaduta). Il rientro con la Fiorentina prima della sosta e poi le partite giocate con la Nazionale, hanno dato a Bennacer la forma necessario per tornare ad essere determinante.

Situazione completamente diversa per Franck Kessie, che invece non si è mai fermato. L’ivoriano le ha giocate quasi tutte da titolare con il Milan ed è stato sempre impiegato anche in Nazionale nelle tre partite di qualificazione alla Coppa d’Africa. E’ una certezza per Pioli, e il Milan spera che possa continuare con questo trend anche nelle ultime dieci partite stagionali per centrare l’obiettivo Champions. La coppia centrale Kessie-Bennacer sarà determinante per l’equilibrio e il gioco dei rossoneri.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Roma, l’Asl ‘salva’ Fonseca ma resta comunque in emergenza

Roma, l’Asl ‘salva’ Fonseca ma resta comunque in emergenza

Molti scherzando hanno definito il campionato in corso “Serie Asl”, ma si sa: tante volte ironizzando si dice la verità. Prendiamo la Roma ad esempio. La sosta per le nazionali ha messo a dura prova le coronarie di Fonseca che fino alle 20 di ieri sera contava 12 assenze e non di giocatori qualunque, tutti titolari. Poi l’Asl ha sancito per i giallorossi la bolla domiciliare per 14 giorni con la concessione del solo tragitto casa-lavoro-casa che permette ai Nazionali rientrati ieri ed entrati in contatto con dei positivi nelle rispettive selezioni, di partire per Reggio Emilia, dove domani la Roma sfiderà il Sassuolo. Ecco che Fonseca allora riacquista improvvisamente 5 calciatori: Dzeko, Spinazzola, Pellegrini, El Shaarawy e Mancini. Quest’ultimo il più importante, perché insieme a Fazio rappresenta l’unico centrale a disposizione del tecnico (Jesus non è ancora al meglio dopo il Covid). L’infermeria, infatti, continua a non svuotarsi, disattendendo anche le previsioni dell’allenatore giallorosso prima della sosta quando aveva dato quasi per scontata la presenza di Smalling e Veretout alla ripresa del campionato. Entrambi, però, continuano a lavorare individualmente e anche se dovessero svolgere la rifinitura oggi a Trigoria (improbabile) potrebbero strappare al massimo la convocazione per avere qualche minuto nel secondo tempo di Reggio Emilia qualora servisse.

Lo stesso discorso si può estendere a Cristante, il quale non riesce ancora ad allenarsi in gruppo per un fastidio al pube che la Roma sta gestendo senza forzare i tempi per paura che si trasformi in una pubalgia. L’obiettivo, o forse sarebbe meglio dire, la speranza, è quella di riaverli per la gara di giovedì prossimo in Europa League con l’Ajax. Ci proverà anche Mkhitaryan per l’8 aprile, ma per l’armeno si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo considerata la lesione al soleo. Di tutt’altre tempistiche, invece, avrà bisogno Kumbulla, per il quale la stagione è già finita. Per questo la formazione di domani contro il Sassuolo sarà più che rimaneggiata. E se Pau Lopez verrà confermato in porta, lo stesso non si può dire della retroguardia che vedrà Spinazzola abbassarsi a fare il centrosinistra con Fazio al centro e Mancini a destra. Sulle fasce Bruno Peres si adatterà sull’asse mancino con Karsdorp dall’altra parte e la coppia Diawara-Pellegrini al centro. In attacco, invece, spazio al tridente spagnolo con Pedro, Carles Perez e Borja Mayoral perché a El Shaarawy e Dzeko toccherà giovedì in Europa.

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Fiorentina, Iachini: «Non pensavo di tornare. Sono sempre rimasto legato a giocatori e società»

Nel giorno della sua prima conferenza dal suo ritorno in viola, alla vigilia della sfida contro il Genoa, il tecnico della Fiorentina, Giuseppe Iachini, ha risposto anche a una domanda sul suo pensiero di tornare a Firenze in questi mesi: «No, non ci pensavo. Sono rimasto legato al gruppo, ai giocatori, alla società. Pensavo le cose potessero andare meglio, così non è stato ed è arrivata la chiamata della società. Come l’anno scorso non ho potuto dire di no, mi auguro di poter capire cosa non va per poter dare il mio contributo per risalire la classifica».

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario

Italia Under 21 tra Europei e giovani in Nazionale A. Rivedi le parole di Nicolato in conferenza

Italia Under 21 tra Europei e giovani in Nazionale

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’esordio nell’Europeo Under 21, il ct Paolo Nicolato ha analizzato così gli impegni della prossima settimana: «La Repubblica Ceca è una squadra con una identità precisa, molto matura e decisamente più esperta di noi, con tanti ’98. Gioca un calcio adulto e di grande dinamismo, sarà una partita tosta. Li abbiamo studiati e abbiamo lavorato ad alcune contromosse, ma il tempo è poco. Abbiamo perso diversi calciatori per infortunio, penso per esempio a Pinamonti, il nostro capitano, che non ha potuto rispondere alla convocazione, ma non solo a lui».

Rivedi il video con le parole di Nicolato!

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado | Deja un comentario

Morata: «CR7 al Real Madrid? Non ne parliamo. Ma entrambi siamo felici alla Juventus»

Dal ritiro della Nazionale spagnola, l’attaccante della Juventus Alvaro Morata ha parlato a El Larguero toccando diversi temi legati all’attualità del mondo bianconero, su tutti il futuro suo e quello di Cristiano Ronaldo: «E’ stato un anno complicato, alcuni piccoli dettagli ci hanno lasciato fuori dalla Champions come l’errore dopo 1 minuto o al 90esimo, il rigore non dato… E’ colpa di tutti. Sono piccoli dettagli, se io per esempio avessi segnato di testa saremmo ai quarti. Sono dettagli e vediamo il lato positivo, abbiamo vinto la Supercoppa e abbiamo una finale di Coppa Italia da giocare. Il campionato è sempre difficile, dopo 9 anni di successi questa è una stagione di cambiamenti.»

Le critiche a Cristiano Ronaldo? «Ci hanno criticato a tutti. Ci da fastidio, ovvio. Sono il primo a sapere delle critiche e Cristiano anche. Io non devo spiegare chi è Cristiano, lui cerca sempre di difendere la maglia della Juventus. Siamo una squadra e ripeto, con la vittoria della Supercoppa e magari della Coppa Italia non sarebbe una brutta stagione».

Se credo ad un suo ritorno al Real Madrid? «Sono sincero, parliamo di tutto ma non di calcio. Stiamo tanto insieme sul campo parlando di pressing e tattica, poi quando usciamo non parliamo di calcio. Parliamo di attualità, del mondo, delle cene… Non sembra tranquillo? Magari dà questa sensazione perché è uno abituato a giocare le finali di Champions. Ma sarebbe stato uguale in un altro club, non è un problema della Juve. E’ contento del gruppo ma è uno abituato a vincere, quindi è normale che sia arrabbiato. Io penso sia felice alla Juventus e voglio che resti perché la Juventus deve avere i migliori al mondo».

Il mio futuro? «Quando sei in prestito e ci sono tanti club la tua opinione conta poco… Ero felice all’Atletico, sono felice alla Juventus. Ho un contratto, alla fine dell’anno mi diranno qualcosa a riguardo. Per ora non ho parlato con la società di questo. Io sono felice alla Juventus, siamo all’inizio di un nuovo progetto e sono felice lì».

Publicado en Sin clasificar | Etiquetado , | Deja un comentario